Incollare

Come incollare la plastica


Clicca sui prodotti per procedere con l'aggiunta al carrello, la lettura della guida non si interromperà!

Colla per plastiche, quale usare?

Stai cercando una colla per plastica, plexiglass, pvc, abs, pet, polistirolo o gommapiuma, gomma, neoprene, policarbonato, linoleum, poliammide (nylon) bachelite o per metacrilato?

Ti stai chiedendo se esiste una colla per polietilene (PE), polipropilene (PP), PTFE e gomma siliconica?

Questa guida ti spiega come scegliere il prodotto più indicato per incollare, riparare e ricostruire parti mancanti o addirittura saldare la plastica, in base alle:

  • caratteristiche delle diverse materie plastiche
  • caratteristiche della colla e delle condizioni di incollaggio
  • combinazioni dei materiali da incollare
Come riconoscere il tipo di plastica

Per scegliere l’adesivo più indicato devi prima di tutto identificare il tipo di plastica da incollare. Ecco alcuni metodi:

  • Identificare il codice di riciclo posto sull’oggetto (più avanti nella guida trovi un paragrafo dedicato all’argomento)
  • Consultare la documentazione fornita dal produttore o contattare il produttore on line tramite il sito
  • Rivolgersi ad una ferramenta o agli addetti del reparto adesivi delle catene di bricolage
Colle e adesivi per plastiche rigide

Le lastre di plexiglass, policarbonato, bachelite e gli oggetti in ABS possono essere incollati con Bostik Max Repair, Bostik Fast Fix2 Liquid Plastic, Bostik Plastica Rigida.

Se vuoi incollare laminati in PVC (codice riciclo 3) per piani cucina, puoi utilizzare le colle a contatto Bostik 99 o Bostik 5242/C.

Le bottiglie in PET (codice riciclo 01) e il filamento in PETG utilizzato per le stampanti 3D possono essere incollati con Bostik Max Repair, Bostik Fast Fix2 Liquid Plastic e Bostik Plastica Rapido Mixer.

I tubi e le grondaie in PVC (codice riciclo 03) possono essere incollati con Bostik Poly Max Original Express.

Colle e adesivi per plastiche flessibili

PVC flessibile, giochi gonfiabili per bimbi e gommoni in PVC possono essere incollati con Bostik Plastica Flessibile (per piccole riparazioni) o con Bostik Supertrasparente (per incollaggi di grandi superfici).

I pavimenti in polivinile possono essere incollati con Bostik Supertrasparente.

I pavimenti e i rivestimenti in linoleum possono essere incollati con Bostik 99, o in alternativa con Bostik Max Repair per ripristinare l’incollaggio di piccole parti scollate.

Per incollare la gomma piuma l’adesivo più indicato è Bostik Superchiaro.

Colle e adesivi per pannelli termo-fonoassorbenti

I pannelli di polistirene, o polistirolo (codice di riciclo 6), sia a celle chiuse che a celle aperte, e il depron possono essere incollati con Bostik Poly Max.

Le plastiche che non si possono incollare

Il polietilene PE (codici di riciclo 2 e 4), il polipropilene PP (codice di riciclo 5) si possono incollare efficacemente solo con processi industriali. Gli adesivi e le colle comunemente in commercio non permettono di incollare questi materiali.

PTFE e gomma siliconica sono materiali che per la loro stessa natura antiadesiva non possono essere incollati.

Qualora l’applicazione lo permetta, la soluzione per tenere assieme queste “plastiche terribili” è utilizzare il nastro Bostik Gomma Liquida Autoagglomerante.

Scegli la colla giusta per incollare la plastica con altri materiali

Non sempre le applicazioni prevedono di incollare plastica con plastica, spesso si incollano materiali diversi. In questi casi è importante scegliere la colla più adatta per ogni combinazione.

Plastica e metallo

Per incollare plastica e metallo è necessario utilizzare una colla flessibile per compensare le diverse dilatazioni termiche dei materiali. Per superfici di piccole dimensioni si può utilizzare Bostik Max Repair, mentre per grandi applicazioni si può scegliere Bostik Poly Max.

Polistirolo e Muratura

Per incollare polistirolo e muratura in interni è possibile utilizzare un prodotto a base acquosa come Bostik Grizzly Montage Power, mentre per applicazioni in esterni è consigliabile utilizzare un prodotto resistente all’acqua e alle intemperie come Bostik Poly Max.

Plastica su cemento

Per incollare plastica e cemento in interni è possibile utilizzare un prodotto a base acquosa come Bostik Grizzly Montage Power, mentre per applicazioni in esterni è consigliabile utilizzare un prodotto resistente all’acqua e alle intemperie come Bostik Poly Max High Tack Express.

Plastica e vetro

Per un incollaggio flessibile, la colla più adatta è Bostik Max Repair. Per incollaggi di grandi dimensioni si può scegliere Bostik Poly Max.

Gomma su metallo

Per incollare gomma e metallo Bostik Max Repair è la colla indicata per applicazioni di piccole dimensioni, mentre per incollaggi più ampi, come rivestire in gomma un pannello di metallo, è consigliabile utilizzare una colla a contatto neoprenica come Bostik Superchiaro.

Plastica e vetroresina

La vetroresina, che è a sua volta un tipo di plastica, è piuttosto difficile da incollare. Per questo tipo di incollaggio si può usare Bostik Saldarapido Mixer, ma prima di procedere è importante carteggiare le superfici con carta abrasiva a grana fine e poi procedere a pulirle e sgrassarle molto bene.

Plastica su legno

Per incollare plastica e legno il consiglio è di utilizzare Bostik Max Repair in caso di piccoli incollaggi, mentre un adesivo a contatto come Bostik Superchiaro è più indicato per applicazioni di medie e grandi dimensioni.

Plastica su piastrelle

Per incollare plastica su piastrelle, come nel caso degli accessori bagno, il prodotto più indicato e Bostik Poly Max High Tack Express.

Pvc su pavimenti

In caso di PVC rigido si deve utilizzare un prodotto a base neoprenica, come Bostik Superchiaro, mentre in caso di PVC flessibile serve un prodotto a base poliuretanica, come Bostik Supertrasparente.

Plastica su carrozzeria

Per piccole applicazioni come l’incollaggio delle guarnizioni in gomma sulle portiere è consigliabile utilizzare Bostik Max Repair.

Scegli la colla con le giuste caratteristiche

Nei capitoli precedenti abbiano indicato i prodotti ideali in base al materiale da incollare. In alcuni casi però le applicazioni richiedono colle che magari sono meno specifiche per la plastica, ma più adatte alle particolari condizioni ed esigenze dell’incollaggio. Di seguito trovi le principali caratteristiche delle diverse famiglie di colle che puoi usare per incollare le plastiche.

Colle a contatto

Sono ideali per incollare superfici medio-grandi, ad esempio in PVC, su gran parte dei materiali. Perfette per l’incollaggio di rivestimenti e laminati. Si distinguono prevalentemente per la base chimica, che può essere neoprenica (Bostik Superchiaro, Bostik 99) o poliuretanica (Bostik Supertrasparente).

Colle di montaggio

Vengono utilizzate per incollare profili, battiscopa o simili a muro, in verticale e anche in sospeso. È importante scegliere l’adesivo corretto a seconda che sia in interni, Bostik Grizzly Montage Power, o in esterni, Bostik Poly Max.

Colle per piccole riparazioni

Gli adesivi di riparazione più diffusi sono gli adesivi istantanei cianoacrilici, come Bostik Super Control, adatto per piccole riparazioni in cui devo incollare superfici perfettamente combacianti e non soggette a grandi sollecitazioni. Per applicazioni in cui è richiesta notevole tenuta e massima elasticità o resistenza all’acqua è suggerito Bostik Max Repair.

Scopri che plastica è usando i codici di riciclo

In alcuni casi i codici di riciclo stampati sugli oggetti possono aiutarci a capire con quale tipo di plastica abbiamo a che fare.

Codice 01 – Polietilene tereftalato (PET)

Il polietilene (tereftalato o polietilentereftalato) è una resina termoplastica, appartiene alla famiglia dei poliesteri. Il PET si può incollare con Bostik Max Repair, Bostik Fast Fix2 Liquid Plastic e Bostik Plastica Rapido Mixer.Per trasparenza, resistenza e barriera ai gas, è principalmente utilizzato per:

  • bottiglie
  • pellicole
  • tubi
  • vaschette, contenitori e imballaggi
  • etichette
Codice 02 – Polietilene ad alta densità (PE-HD)

Il polietilene (PE) è tra le plastiche più comuni. Non si può incollare con gli adesivi comunemente in commercio ma solo con processi industriali. Si distingue in polietilene ad alta densità (PE-HD) ed a bassa densità (PE-LD, codice riciclo 4). Il polietilene ad alta densità è più rigido e resistente. Viene utilizzato per:

  • barattoli e contenitori rigidi
  • flaconi per detersivi o alimenti
  • giocattoli
  • tappi in plastica
  • tubi per il trasporto di acqua e gas naturale
Codice 03 – Polivinile (PVC)

Il cloruro di polivinile (o polivinilcloruro) è una termoplastica sia rigida che flessibile. Può essere incollato con le colle a contatto Bostik 99 o Bostik 5242/C. Il PVC è utilizzato principalmente per:

  • tubi per edilizia (grondaie, tubi per acqua potabile)
  • serramenti
  • pavimenti vinilici
  • pellicola rigida e plastificata per imballi
Codice 04 – Polietilene a bassa densità (PE-LD)

Il polietilene a bassa densità non si può incollare con gli adesivi comunemente in commercio ma solo con processi industriali. Si distingue da quello ad alta densità perchè è più leggero, duttile e flessibile. Per queste caratteristiche trova applicazione nella produzione di:

  • film e pellicole
  • sacchetti e buste
Codice 05 – Polipropilene (PP)

Il polipropilene non si può incollare con gli adesivi comunemente in commercio ma solo con processi industriali. È utilizzato per produrre moltissimi oggetti in plastica:

  • articoli casalinghi
  • giocattoli
  • imballaggi rigidi come barattoli e flaconi
  • imballaggi flessibili
Codice 06 – Polistirene (PS)

Il polistirene, o polistirolo, è il polimero che permette la realizzazione di moltissimi manufatti, dalle posate monouso agli imballaggi. La sua versione più conosciuta è il polistirene espanso (EPS) utilizzata per imballaggi e pannelli isolanti e fonoassorbenti nell’edilizia. Il polistirene si può incollare con Bostik Poly Max.

Codice 07 – O (Other)

Il codice di riciclo 7 comprende tutti gli altri materiali plastici e non ci è quindi di particolare aiuto.


La nostra azienda non si assume alcuna responsabilità per l'uso improprio dei prodotti indicati nei tutorial e dei danni che potrebbero causare, se non applicati correttamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *