Ristrutturazioni

Come imbiancare una parete macchiata dalla muffa


Clicca sui prodotti per procedere con l'aggiunta al carrello, la lettura della guida non si interromperà!

La muffa è un problema molto comune

La muffa si presenta nella stagione fredda e che peggiora per le abitazioni umide e poco areate.

Per sapere come imbiancare una stanza macchiata dalla muffa è necessario capire se questa proviene per infiltrazioni interne o esterne.

Inoltre le superfici ammuffite devono necessariamente essere pulite per bene e trattate con specifici agenti anti-muffa.

Tutte le operazioni di pulizia devono essere regolarmente svolte con una protezione per le vie respiratorie perché la muffa è davvero dannosa per la salute.

Prodotti e accorgimenti per trattare la muffa

Esistono numerosi prodotti liquidi per il trattamento localizzato della muffa ma se questa continua a tornare, molto probabilmente, il problema è radicato e strutturale.

Questi prodotti seccano la zona e fungono come pesticidi dato che la muffa è un microrganismo della famiglia dei funghi e la cui diffusione avviene tramite spore rapidissime e tossiche per le persone.

La muffa si forma tramite le spore che viaggiano in aria.

Esse sono invisibili all’occhio umano e si depositano germinando e accalcandosi negli ambienti umidi che sono ideali per la loro proliferazione.

All’inizio vedrai comparire delle piccole macchioline nere microscopiche e dopo poco tempo queste diventeranno una macchia estesa.

Come combattere la muffa con qualche buona abitudine

Dato che le spore della muffa viaggiano in aria è preferibile lasciare le stanze dove si annida il più possibile areate.

A tale proposito se hai una casa in cui la muffa compare spesso è meglio optare per un deumidificatore oltre che evitare di stendere il bucato direttamente in casa.

Inoltre i prodotti per trattare le superfici coperte di muffa andrebbero usati dopo averla rimossa con la candeggina.

Candeggina e muffa: come rimuoverla prima di imbiancare

Se siete in procinto di imbiancare casa potreste trovare utile questa guida.

Dovrete procedere a rimuovere la muffa diluendo della candeggina in acqua e ripulendo le superfici dove questa si è annidata.

Per farlo è opportuno usare guanti e protezioni per le vie respiratorie oltre a lasciare la stanza a finestre aperte e con la maggior ventilazione possibile.

Non è indicato trattare la superficie troppo da vicino, soprattutto quando spruzzerai gli agenti anti-muffa.

Questa operazione va compiuta prima di imbiancare e per passare la vernice è sempre necessario aspettare che l’area lavata sia completamente asciutta.

Agenti anti-muffa e vernici per imbiancare

Per scegliere la vernice cerca sempre prodotti traspiranti o lavabili.

Le vernici traspiranti hanno il pregio di non trattenere l’umidità ma per le case molto utili sono destinate a durare poco.

Quelle lavabili, invece, hanno il pregio di costare pochissimo e di essere facili da stendere anche per chi è alle prime armi.

Tuttavia dovrete passare varie mani di imbiancatura dato che il nero della muffa potrebbe comparire anche solo dopo un mese dall’imbiancata.

Ci sono agenti anti-muffa che vanno utilizzati periodicamente sulle zone in cui essa è solita comparire e non sempre assicurano una resa di lunga durata.

Il consiglio è quindi quello di tenere il più possibile la casa asciutta e di far controllare le pareti qualora la muffa dovesse tornare con troppa frequenza sempre sugli stessi punti della parete.



La nostra azienda non si assume alcuna responsabilità per l'uso improprio dei prodotti indicati nei tutorial e dei danni che potrebbero causare, se non applicati correttamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *